Capezzana

Usa l'hashtag #APEWINEBOXES

Schede tecniche digitali via email

Carmignano (Italia) A Carmignano la vite è presente da più di 3000 anni. Vasi da vino e coppe da degustazione ritrovate nelle tombe etrusche sono una evidente prova di una viticoltura tanto antica su questo territorio. Nell'archivio di stato di Firenze è stata inoltre ritrovata una pergamena che documenta come già nel IX secolo DC a Capezzana venissero coltivati viti ed oliveti.
Dal Rinascomento in poi varie famiglie si sono avvecendate nella proprietà della Tenuta costruita nel 1475 da Monna Nera Bonaccorsi: Cantucci, Marchesi Bourbon del Monte, Adimari Morelli, Franchetti Rothschild per finire ai Contini Bonacossi, gli attuali proprietari, 1920.
Successivamente il Conte Alessandro Contini Bonacossi ampliò la proprietà con l’acquisto, dal marchese Aman Niccolini, di due fattorie vicine, “Il Poggetto” e “Trefiano”.
Nasce così la Tenuta di Capezzana, suddivisa in 3 fattorie e più di 120 poderi, dedita alla produzione di vino e olio di grande qualità. La passione di Alessandro per il collezionismo lo portò a conservare bottiglie, così che oggi Capezzana può vantare una raccolta di annate storiche a partire dal 1925.
Nel corso dei decenni la Tenuta ha visto cinque generazioni di vignaioli, e nel 2009 è iniziato un percorso virtuoso di prassi biologica in vigna, ora certificata.
La meccanizzazione è limitata al controllo delle erbe spontanee, quindi non vengono utilizzati diserbanti chimici. Si continua, inoltre, ad utilizzare l’antica pratica del sovescio con la semina di leguminose e graminacee a filari alterni. Un modo naturale per arricchire di azoto il terreno. Certi di lasciare terra ancora fertile e non una montagna di plastica avvelenata e sterile alle generazioni future. Quindi non "Lotta Integrata" ( non farti abbindolare, prevedono fitofarmaci, chimica in vigna), ma piuttosto “Rispetto Integrato.”

MOSTRA FILTRI
it_ITItaliano
0
    0
    Your Cart
    Your cart is empty