Bressan

Usa l'hashtag #APEWINEBOXES

Schede tecniche digitali via email

Farra d'Isonzo (Gorizia) Bressan è una di quelle aziende di cui andiamo veramente fieri, radicali, puristi, senza compromossi..grandiosi! La Famiglia Bressan porta avanti una tradizione sapientemente tramandata di masto vinaio in mastro vinaio e rifiuta categoricamente qualsiasi tipo di modernità o tecnologia, perchè appiattisce il vino. L'azienda è frazionata su più territori e conta nel complesso ben 20 ettari vitati.

Questi i dogmi in casa Bressan:

Selezione manuale massale delle viti ed uso preferenziale di ceppi autoctoni (vietata la clonazione e tutti gli O.G.M.)

Potatura, spollonatura eseguite solo manualmente.

Coltivazione personale del vigneto senza l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi, rispettando la vite ed i suoi cicli naturali (esclusione totale di diserbanti e/o dissecanti e/o pesticidi)

Utilizzo esclusivo di concimi naturali, cioè stallatici o vegetali, oppure nessuna concimazione.

Vietata l’irrigazione, anche di soccorso, perché l’acqua, da sempre, diluisce il corredo aromatico e l’intensità del vino.

Vendemmia fatta solo manualmente delle uve perfettamente sane e mature (no vendemmie anticipate).

Fermentazione ottenuta grazie ai lieviti indigeni naturalmente presenti sull’uva, escludendo assolutamente l’uso di lieviti industriali sintetici.

Nessuna aggiunta ai mosti di anidride solforosa o altri additivi / nessun intervento chimico (l’anidride solforosa potrà essere aggiunta solo in minime quantità al momento dell’imbottigliamento e comunque in quantità inferiore o uguale alla certificazione biologica).

Vietato l’utilizzo di aromatizzanti biologici e/o chimici.

Maturazione del vino sulle proprie “fecce fini” fino all’imbottigliamento.

Nessuna filtrazione (pratica che, comunque e sempre, impoverisce e sterilizza il vino)

Utilizzo esclusivo di tappi di sughero rigorosamente monopezzo naturale, affinché ogni vino abbia nel tempo il suo miglior alleato.

Etichettatura rigorosamente manuale (…ogni bottiglia è una creatura unica…).

Dal canale di Roscioli, le parole di Fulvio Bressan

it_ITItaliano
0
    0
    Your Cart
    Your cart is empty