Todo el vino artesanal y natural que buscas

Envío gratuito en Italia a partir de 89 euros

Domaine Belargus

Utilice el hashtag #APEWINEBOXES

Fichas digitales por correo electrónico

Saint-Lambert du Lattay - Loira- Il Domaine Pithon-Paillé possiede 26 ettari di vigna, ed è situato a St. Lambert Du Lattay nella valle della Loira, a circa 25 km a sud di Angers. Jo- Pihon, con l’avvicinarsi del tempo della pensione, nel 2018 vende l’azienda al giovane Ivan Massonnat, un grande amante del vino, ma continua a lavorare in azienda come consulente. Ivan ha cambiato il nome all’azienda, ‘Chateau Belargus’, in onore del vino preferito di Jo ‘Belargus de Treilles’. Jo- Pithon rivoluzionò l'Anjou all'inizio degli anni '90 praticando una viticoltura di precisione da cui produceva vini di carattere, a volte estremi, che eccitavano curiosi e dilettanti. Con sua moglie Isabelle Paillé, ha ampliato il suo campo d'azione e la tenuta Pithon-Paillé è diventata un vero punto di riferimento per grandi bianchi, dolci e asciutti, con la varietà Chenin blanc della Loira come base. Con il vitigno Chenin Blanc, nella Loira, da differenti terreni e denominazioni, si producono una varietà di vini che vanno dai secchi agli abboccati, fino ai dolci/botritizzati. Vitigno non aromatico traduce meravigliosamente il “Terroir” di provenienza. Le vigne sono lavorate manualmente con i metodi dell’agricoltura biologica. La vendemmia avviene in più passaggi per raccogliere le uve nel giusto momento di maturazione o di appassimento. I vini fermentano con lieviti indigeni per rispettare al massimo il valore e le differenze di ogni annata. In vigna e in cantina non si usano concimi chimici, pesticidi, erbicidi, funghicidi, ma solo compost e infusi naturali. Le pratiche agricole, in vigna e in cantina, vengono fatte seguendo il calendario lunare. I vini sono affinati in botti di legno da 12 a 24 mesi. I vini secchi sono prodotti da uve coltivate sui migliori terreni delle “Côtes”, da uve mature, dorate, ma non botritizzate per meglio conservare la freschezza e il fruttato. Per i vini dolci l’obiettivo principale non è la quantità degli zuccheri, ma la ricerca degli aromi e dei sapori conferiti al vino dalla magia della “Botritis Cinerea”.

MOSTRAR FILTROS
Cerrar ✕

es_ESEspañol
0
    0
    Su cesta
    Su cesta está vacía
    Ir arriba

    formar parte de nuestro

    Familia